Condividi su:

Anche a Taranto, al CinemaTeatro Orfei, è andata in scena lo spettacolo di Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo. Il titolo deriva da un’opera di Shakespeare. Praticamente si indaga, molto ironicamente, negli argomenti reali e i due bravi attori, divagano rapportando il tutto ai giorni nostri.
Emilio Solfrizzi e Antonio Stornaiolo tornano, praticamente, ad essere i Toti e Tata degli anni 90, periodo in cui imperversavano, in lungo e largo per la Puglia, con le loro gag divenute icone. “Tutto il mondo è un palcoscenico” è, come allora, un surrogato di leggerezza e comicità, condita da qualche imprecazione, tutta pugliese, della disperazione. Ovviamente, lo spettacolo non è solo questo. Siamo riusciti a comprendere quanto siano maturati a livello teatrale. La loro storia fu messa in risalto, negli anni 90, da Gennaro Nunziante. Insomma, tante risate e riflessioni, con un balzo indietro ed uno in avanti. Come a colmare il vuoto di quel periodo che li vide separati, dal 98 sino a qualche anno fa. Ora sono tornati, forti come allora, consapevoli che il mondo della comicità è cambiato ma che una sorta di revival ha sempre il lascia passare del pubblico pugliese, nello special modo, di quello tarantino. Bravi. Francesco Leggieri

Condividi su:

Di Francesco Leggieri

Giornalista pubblicista, direttore di Box Tarentum. Redattore del settimanale cartaceo Puglia Press. Collaboratore, a vario titolo, di altre redazioni sportive di giornali, radio e televisioni nazionali. Esperto di attività Audiovisive, fotografiche e cinematografiche (diploma don Orione di Roma 1985). E' stato Caporedattore allo Sport per Puglia Press (quotidiano), redattore per il bimensile Voce del Popolo (con compiti anche di segretario di redazione) e caporedattore per il sito on line la Voce di Taranto e collaboratore di Extra Magazine. Presentatore televisivo e radiofonico per varie emittenti locali e di eventi anche a carattere nazionale. Scrittore di 2 libri. Esperienza nelle attività di pubbliche relazione in ambito militare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.