Condividi su:

La società rossoblu si assicura le prestazioni della promettente ala piccola scuola Brescia: è l’8° giocatore del roster 2022/23. “Taranto scelta migliore per la mia crescita”

Il CJ Basket Taranto è lieto di annunciare di essersi assicurato per il prossimo campionato di serie B 2022/23 le prestazioni di Mattia Graziano, ala piccola classe 2004 che arriva dalla cantera della Leonessa Brescia, club di serie A a cui è stato aggregato diverse volte. Si tratta dell’8° tassello, il 2° under, del roster che dopo Ferragosto sarà finalmente a disposizione di coach Olive: con la conferma di Gianmarco Conte, i colpi “argentini” Diego Corral ed Enzo Cena, l’innesto del primo under, Luca Sampieri, l’altro lungo Marcello Piccoli, il play scuola Olimpia Milano Francesco Villa e il ritorno di Tato Bruno.

Mattia Graziano è nato il 25 novembre 2004 a Brescia da mamma nigeriana e papà italiano. Giocatore alto quasi 2 metri ma molto versatile sugli esterni capace di ricoprire il ruolo di guardia e ala piccola. Giocatore abile in campo aperto, capace di mettere palla a terra e giocare 1vs1 dotato di un buon tiro piazzato. Dopo Villa nell’Olimpia Milano e Sampieri a Forlì, ma anche lo stesso Piccoli a Bergamo, il CJ Basket Taranto porta in riva allo Ionio un altro prodotto di un importante settore giovanile italiano: Graziano infatti proviene dalla Leonessa Brescia, società di serie A. Nell’ultima stagione ha disputato il torneo under 19 eccellenza allenandosi spesso con il roster del massimo campionato italiano, e contemporaneamente acquisendo esperienza, minuti e punti, in serie C Silver a Ospitaletto. È salito agli onori della cronaca mettendo a segno 22 punti, sempre con la maglia di Brescia, contro Napoli, in un match di qualificazione della Next Gen Cup massima competizione giovanile della LBA

Allora Mattia, come è arrivato il contatto col CJ e perchè ti sei convinto ad accettare di venire a Taranto?

Il mio contatto è arrivato tramite il mio procuratore che mi ha prospettato il progetto del CJ Basket Taranto, progetto che mi ha convinto a prendere la scelta migliore per fare il salto di qualità.

Che tipo di giocatore sei, raccontaci un po’ di te

Sono un giocatore che può ricoprire il ruolo di guardia e ala piccola data la mia struttura fisica, le mie qualità principali sono l’1vs1 e la difesa. Le mie esperienze fino ad ora sono state le giovanili con la Leonessa Brescia con la quale ho avuto modo di partecipare a vari allenamenti con la serie A, nel mentre ero impegnato anche con Ospitaletto in C Gold.

Con quali aspirazioni arrivi a Taranto, conosci già qualcuno dei giocatori in roster, hai avuto modo di parlare col coach?

Ciò che voglio fare a Taranto è crescere come giocatore e come persona fuori dal campo, ho avuto modo di parlare con il coach, mi ha detto cosa si aspetta da me, mi sono trovato molto bene a parlare con lui, non vedo l’ora di lavorare sul campo con lui così come con i miei nuovi compagni.

Condividi su:

Di Gianfranco Maffucci

Ex sottufficiale Marina Militare- fondatore associazione culturale Delfino Blu (1996), promotore per 8 anni consecutivi Premio Città di Taranto, premio rivolto ad artisti, pittori scultori, artigiani, fotografi, provenienti da diversi paesi esteri, premi di poesie. Mostre d’arte varia. Cofondatore blog Blufree. Appassionato da ragazzo di fotografia. Aderisce da anni ad una associazione di Templari (solidarietà e beneficenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.