Condividi su:

Una pugliese, precisamente di Taranto

E’ tempo di Sanremo, è tempo di musica. L’Italia intera si ferma per il Festival. Mi dicono i ben informati che, addirittura, sia stata messa fretta ai grandi elettori, in Parlamento, per eleggere il Presidente della Repubblica. Proprio per evitare sovrapposizioni. Potete quindi immaginare quanto sia importante la musica per gli italiani. Anche in periodo di Covid, se non soprattutto.

E a noi, fra un artista conosciuto ed un emergente, ci viene voglia di esplorare di qua e di la, se ce ne sono altri, magari pronti per i prossimi anni.

E cercando nel territorio pugliese, ci siamo imbattuti in un talento puro. Prima di ascoltarla (vi alleghiamo un paio di link), proviamo a sapere qualcosa di lei (è una ragazza). 

Raccontami di te. Il tuo percorso musicaleQuando hai iniziato a fare musica. A chi ti ispiri. Quale è il tuo genere preferito. I tuoi progetti futuri.

Chiara De Giorgio all’anagrafe, Artemis nella vita. Per chi non mi conoscesse mi presento, nel cuore dei miei 21 anni, come una ragazzina di 15 anni ancora seduta nell’angolino di un qualsiasi bus accompagnata dalle mie fedeli cuffiette ed uno zaino pieno di sogni. La musica che risuonava in quelle cuffiette ha dapprima rapito la mia attenzione, per poi coinvolgere il mio cuore in un secondo momento. Successivamente, nel momento in cui ho messo play alla mia videocamera, Artemis ha preso vita echeggiando dentro di me.

Artemis è un convoglio di pensieri incastonati e mai espressi, che trovano voce al sol tocco di un microfono. Personalmente ritengo che ogni artista possegga un’anima unica e irriproducibile, per cui, nella mia umiltà, considero la mia personalità come un’essenza a sé. I generi musicali che profilano la mia persona sono principalmente l’indie rock, il pop e il soft rock, non disdegnando gli altri. Con il mio zainetto rigorosamente in spalla, continuo nel mio percorso fiancheggiata dalla mia chitarra e lo spassionato desiderio di riecheggiare un domani negli auricolari di qualcuno per spezzare la monotonia dei giorni. Ho scelto Artemis, ho scelto di essere me stessa.

La mia insegnante di canto è Virginia Pavone dell’ Adapt academy. Sono certa le farà piacere che la menzioni.

Appurato che hai una splendida voce, non ci resta che attendere gli eventi. Noi tiferemo per te, ci puoi giurare.

Condividi su:

Di Gianfranco Maffucci

Ex sottufficiale Marina Militare- fondatore associazione culturale Delfino Blu (1996), promotore per 8 anni consecutivi Premio Città di Taranto, premio rivolto ad artisti, pittori scultori, artigiani, fotografi, provenienti da diversi paesi esteri, premi di poesie. Mostre d’arte varia. Cofondatore blog Blufree. Appassionato da ragazzo di fotografia. Aderisce da anni ad una associazione di Templari (solidarietà e beneficenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.