Condividi su:

riceviamo e pubblichiamo

E’ scandaloso che dopo la sfiducia al sindaco, che porterà al sicuro scioglimento del consiglio comunale, i consiglieri di Melucci, ormai minoritari, continuano a svolgere le commissioni consiliari come se non fossero al corrente che il consiglio non verrà più convocato.

Le commissioni consiliari istituite per riunirsi in sede consultiva, referente e redigente per produrre gli atti da approvare in consiglio comunale non hanno a questo punto alcuna motivazione plausibile per essere convocate visto che oramai gli inutili costi pesano sulla collettività. Nonostante ne siano consapevoli questi consiglieri continuano a firmare la presenza nelle commissioni per prendersi gli ultimi gettoni di presenza che possono raccattare fino all’arrivo del commissario prefettizio al fine di maturare l’indennità mensile massima.

Un comportamento disgustevole e per questo chiederò copia di tutti i verbali delle commissioni svoltesi in questi giorni e li pubblicherò per far vedere ai tarantini cosa hanno prodotto e contestualmente trasmetterò tutto alla corte dei conti! Questi comportamenti penosi sono indicativi dell’avidità di queste persone, attaccate alla poltrona che poiché non possono più deliberare, è evidente, che fanno questo perché pensano solo a non perdere soldi continuando a gravare fino all’ultimo giorno sulle casse comunali. Consiglieri tutt’altro che responsabili che denotano pochezza e disperazione. Oltre che ad andare a casa si dovrebbero vergognare.

Giampaolo Vietri

Fratelli d’Italia  

Condividi su:

Di Gianfranco Maffucci

Ex sottufficiale Marina Militare- fondatore associazione culturale Delfino Blu (1996), promotore per 8 anni consecutivi Premio Città di Taranto, premio rivolto ad artisti, pittori scultori, artigiani, fotografi, provenienti da diversi paesi esteri, premi di poesie. Mostre d’arte varia. Cofondatore blog Blufree. Appassionato da ragazzo di fotografia. Aderisce da anni ad una associazione di Templari (solidarietà e beneficenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *