Condividi su:

Riceviamo e pubblichiamo

                                                                                                       

Giunge anche in Puglia la ‘Buona Destra’, movimento politico voluto e guidato da Filippo Rossi, giornalista che si è sempre occupato, sin dai suoi esordi, di politica. Da scrivere di politica e fare politica attiva il passo è stato breve tanto da voler fondare un movimento politico che si accinge a diventare un vero e proprio partito. “ Una decisione presa in questi mesi con tanti amici e in tutta Italia dove già si contano 150 comitati” dichiara Filippo Rossi collegato via web “nel nostro Paese non esiste un centrodestra, una buona destra.

Noi puntiamo agli Stati Uniti d’Europa, andando avanti in una prospettiva antisovranista. In una ottica più ampia puntiamo alle destre moderate europee. Oggi, se così possiamo dire, abbiamo una cattiva destra che scommette sui peggiori sentimenti, sulla propaganda e non sulla politica della concretezza”. “Io credo”, dice Rossi “che la cultura di destra sia fondamentale per la crescita del Paese perché si tratta di una cultura che guarda più alle decisioni della politica piuttosto che alla redistribuzione del reddito. La nostra è una cultura che consente all’Italia di guardare al futuro”.                                                                                                       

Si è tenuta a Taranto la presentazione ufficiale de la Buona Destra alla presenza dei referenti di Taranto, Rocco Suma, Lecce provincia, Ascanio Carlucci e Lecce città, Marcello Rizzo Affinito, Bari, Felicita Jirillo.   

“Non è un caso se oggi ci troviamo a parlare di una Destra, di una Buona Destra sono i fatti che ce lo impongono, è la realtà di un Paese sempre più contrapposto ed estremizzato, oltre che estremizzante” è quanto ha dichiarato nel suo intervento il referente per Taranto l’avv. Rocco Suma “la storia ci insegna che devono esserci almeno due parti che possano caratterizzarsi per offrire ai cittadini la possibilità di decidere quale sia la strategia futura del Paese.

Oggi la gente conosce solo la Destra della Meloni e di Salvini, perché si confonde la destra arrabbiata , estremista, rivoltosa, ineducata alla democrazia, violenta con una Destra che nasce dal pensiero filosofico liberale”. Suma dice”la Destra Buona è l’artefice dell’Europa Unita, l’Europa che nasce dal Mercato Comune Europeo e dalla Comunità Economica del carbone e dell’acciaio alla fine degli anni 50. Ora è necessaria una Buona Destra di governo ed europeista, una destra che abbia una strategia di lungo periodo, lavoro, turismo, colture biologiche, infrastrutture logistiche, trasporti eco compatibili”.          

E dopo l’incontro con la stampa tenutosi a Taranto si guarda già all’incontro che si terrà martedì 19 ottobre a Bari dove è in programma a partire dalle ore 18,30 un dibattito pubblico dal titolo “Perché serve una Destra di Governo” alla presenza del leader de la Buona Destra, Filippo Rossi, e Adriana Poli Bortone.

Condividi su:

Di Gianfranco Maffucci

Ex sottufficiale Marina Militare- fondatore associazione culturale Delfino Blu (1996), promotore per 8 anni consecutivi Premio Città di Taranto, premio rivolto ad artisti, pittori scultori, artigiani, fotografi, provenienti da diversi paesi esteri, premi di poesie. Mostre d’arte varia. Cofondatore blog Blufree. Appassionato da ragazzo di fotografia. Aderisce da anni ad una associazione di Templari (solidarietà e beneficenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *