Si chiama Selvaggia la tarantina “Venere d’Italia 2021”

Vince in Campania è porta in alto Taranto e la Puglia intera

Chi è Selvaggia Lopalco. La storia è brevissima e recente. Selvaggia inizia per gioco ad intraprendere la strada della moda partecipando al concorso di bellezza “La notte delle lune” tenutosi alla Villa Peripato di Taranto a luglio, aggiudicandosi una della fasce più importanti della serata. Grazie a questa fascia, le è stato consentito di accedere alle finali nazionali de “La Venere d’Italia”,  tenutesi nei giorni 9/10/11 settembre 2021, nella location resort Sant’Angelo a Pimonte (Na), al centro della costiera sorrentino – amalfitana. Selvaggia, che ha solo 14 anni, è salita sul podio e si è aggiudicata, tra 53 concorrenti, la fascia de “La Venere d‘Italia 2021”.

Prima classificata in concorso di bellezza nazionale, in finale con una ragazza campana (che giocava in casa),  Selvaggia vince il primo posto onorando la nostra Puglia e soprattutto la città di Taranto. Selvaggia frequenta il liceo scientifico e sogna di diventare una criminologa seguendo le orme della zia Annarita, Avvocata penalista. Ha tanti hobby, la moda su tutti, poi lo sport. D’indole buona, ama molto aiutare gli animali a in difficoltà. E’ fiera di aver salvato una tartaruga trovata per strada che sanguinava. Questa è Selvaggia: bellezza, fisico statuario, carattere e solarità!

Va specificato che Selvaggia proviene dalle fila dell’agenzia di moda e spettacolo massafrese “Jonica Eventi”, diretta dal conduttore di professione Giuseppe Stigliano e dal maestro coreografo Angelo Mastrangelo.

Francesco Leggieri

Gianfranco Maffucci

Ex sottufficiale Marina Militare- fondatore associazione culturale Delfino Blu (1996), promotore per 8 anni consecutivi Premio Città di Taranto, premio rivolto ad artisti, pittori scultori, artigiani, fotografi, provenienti da diversi paesi esteri, premi di poesie. Mostre d’arte varia. Cofondatore blog Blufree. Appassionato da ragazzo di fotografia. Aderisce da anni ad una associazione di Templari (solidarietà e beneficenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *