Condividi su:

Dopo l’intervallo la squadra di coach Olive allunga e torna alla vittoria restando in testa alla classifica. Matrone in doppia doppia (16p+13r), Morici 12 punti

CJ BASKET TARANTO – BAVA POZZUOLI 66-55

CJ Basket Taranto: Ferdinando Matrone 16 (6/8, 0/0), Nicolas Morici 12 (3/10, 2/4), Bruno Duranti 9 (2/3, 1/6), Manuel Diomede 8 (4/6, 0/4), Nicola Longobardi 8 (4/4, 0/2), Nicolas Manuel Stanic 6 (3/5, 0/2), Alessandro Azzaro 5 (1/3, 1/1), Riccardo Agbortabi 2 (1/2, 0/0), Milos Divac 0 (0/0, 0/1), Andrea Pellecchia 0 (0/0, 0/0), Marco Manisi 0 (0/0, 0/0). All. Olive.

Virtus Bava Pozzuoli: Ousmane Gueye 14 (2/3, 3/6), Nicola Savoldelli 10 (2/5, 1/3), Sam Gaye Serigne 9 (3/4, 1/3), Massimiliano Bordi 8 (1/2, 2/4), Sasha Kushchev 6 (3/5, 0/0), Fatih Mehmedoviq 3 (1/1, 0/0), Emin Mavric 3 (1/6, 0/1), Mario Caresta 2 (1/2, 0/1), Amar Balic 0 (0/2, 0/3), Salvatore Forte 0 (0/2, 0/1), Andrea Birra 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Testa 0 (0/0, 0/0). All. Gentile.

Arbitri: Danny Lillo e Matteo Rodi di Brindisi. Parziali: 20-21, 22-18, 9-7, 15-9; STAT TA: Tiri liberi: 6 / 7 – Rimbalzi: 38 8 + 30 (Ferdinando Matrone 13) – Assist: 18 (Nicolas Manuel Stanic 6)

STAT PO: Tiri liberi: 6 / 11 – Rimbalzi: 27 4 + 23 (Sam Gaye serigne, Massimiliano Bordi 5) – Assist: 9 (Ousmane Gueye, Nicola Savoldelli, Mario Caresta 2)

Vittoria, dolce vittoria per il CJ Basket Taranto. Alla ripresa del campionato i rossoblu hanno battuto al Palafiom la Bava Pozzuoli per 66-55 nella quarta giornata della fase 2 del campionato di serie B Old Wild West. Un successo importante per la squadra di coach Olive che si assicura la vetta della classifica cancellando il passaggio a vuoto di Cassino e quello con Livorno in Coppa Italia. Gara non facile per Stanic e compagni contro un Pozzuoli difensivamente impeccabile che ha tenuto sotto media realizzativa Taranto, dopo l’intervallo però il CJ ha trovato quei giochi che le hanno consentito di fare la differenza, a cominciare da un Matrone in grande spolvero autore di una doppia doppia da 16 punti e 13 rimbalzi, quella sfiorata da Morici (12p+7r) utile anche su tante palle rubate (4). Importante come sempre il contributo di tutti, da sottolineare la prestazione dell’ex Longobardi autore di 8 punti. Tra gli ospiti Gueye e Savoldelli in doppia cifra non sono bastati.

Coach Olive parte con Diomede, Duranti, Stanic, Matrone e Morici. Coach Gentile risponde con Bordi, Gaye, Savoldelli, Mehmedoviq e Caresta.

Ritmi altissimi nei primi possessi, Matrone parte subito forte: canestro, fallo e libero aggiuntivo. Bordi pareggia con una tripla. Si gioca punto a punto. Caresta fa 9-9 dopo il tiro a segno di Morici. Bordi bissa la tripla in ritmo, Pozzuoli mette per la prima volta la testa avanti, Taranto si affida a Diomede per restare in scia, poi tocca all’ex della partita, Longobardi, ottimo il suo impatto con due canestri in penetrazione, che non evitano però il vantaggio di misura degli ospiti, 20-21 alla fine del primo quarto.

Di Kushchev il primo canestro del secondo quarto, Azzaro risponde ma Gueye infila la tripla del +4. Taranto si riaffida a Diomede che segna e poi arma il braccio di Morici per la schiacciata della nuova parità a 26. Gueye è recidivo, altra tripla, stavolta coach Olive chiama time out per schiarire le idee ai suoi, e ci riesce con la tripla di Azzaro del 29-29. Pozzuoli ha l’arma del tiro da tre in più, Savoldelli firma il +5. Finalmente anche il CJ scalda la mano dalla distanza, con Morici. È la miccia che innesca il buon finale di quarto, Stanic pareggia in penetrazione. Quindi Morici recupera una palla importantissima e avvia il contropiede concluso da Longobardi per il sorpasso che costringe coach Gentile al time out sul 38-36. Alla ripresa Stanic concede il bis, palla rubata e contropiede ancora di Longobardi. Matrone di forza fa +6 dimezzato dalla tripla a fil di sirena di Gueye per il 42-39 CJ Taranto con cui si va al riposo.

Stanic in avvio di terzo quarto in cui le medie calano vistosamente tra meriti delle difese ed errori e forzature in attacco, da entrambe le squadre. Meno Taranto che trova un altro canestro con Diomede e poi la tripla di Duranti che si sblocca per il +10. Ma nel finale Gueye e Mavric accorciano le distanze per il 51-46.

L’ultimo quarto si apre con un canestro di Duranti ma soprattutto una grande giocata a rimbalzo di Agbortabi il cui tapin vincente regala il +9 a Taranto e costringe coach Gentile al time out. Che sortisce gli effetti sperati, Gueye completa un gioco da tre punti e il canestro di Savoldelli riportano Pozzuoli a contatto. Ci vuole una scossa per il CJ che arriva per mano di Morici, tripla, assist per Matrone e poi ancora palla recuperata per innescare il contropiede di Stanic. Ma non è finita, il capitano serve l’assist per la schiacciata di Matrone che è il punto esclamativo sul break decisivo di 9-0 e sul +12 con cui Taranto si presenta a 4’ dalla fine. L’ultimo ad arrendersi tra i campani è Gueye ma la sua tripla è tardiva, i liberi della staffa li mette Duranti.

Il modo migliore per cominciare le ultime 5 gare di regular season. Domenica prossima ancora una campana, stavolta a domicilio, si va a Salerno.

Condividi su:

Di Gianfranco Maffucci

Ex sottufficiale Marina Militare- fondatore associazione culturale Delfino Blu (1996), promotore per 8 anni consecutivi Premio Città di Taranto, premio rivolto ad artisti, pittori scultori, artigiani, fotografi, provenienti da diversi paesi esteri, premi di poesie. Mostre d’arte varia. Cofondatore blog Blufree. Appassionato da ragazzo di fotografia. Aderisce da anni ad una associazione di Templari (solidarietà e beneficenza)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *