Taranto – Stop strisce blu e rimozioni notturne

L’amministrazione comunale di Taranto, dopo la riunione operativa tenuta ieri a Palazzo di Città, con il coinvolgimento del sindaco Rinaldo Melucci, del vice Paolo Castronovi e dell’assessore Gianni Cataldino, ha deciso di sospendere fino al 3 aprile il servizio di sosta a pagamento, le cosiddette “strisce blu”, lasciando aperte e operative solo le aree di parcheggio (Oberdan, Icco e Anfiteatro).

Viene sospesa anche la rimozione notturna dei veicoli per la pulizia meccanizzata delle strade, già sostituita in questo periodo dalle attività di sanificazione. Tale misura è stata adottata soprattutto per ridurre il disagio dei cittadini nel dover spostare le auto dalle zone interessate dal servizio.

In ragione del Dpcm dell’11 marzo e della richiesta che i cittadini restino a casa il più possibile, l’amministrazione Melucci sta mettendo in campo tutte le azioni a loro utili per far sì che queste settimane di sacrificio possano essere vissute con responsabilità e serenità.

L’assessore alla Polizia Locale Cataldino, inoltre, insieme con il comandante Michele Matichecchia ha partecipato a un briefing in Questura per coordinare le attività di controllo. «Siamo convinti che con il contributo di tutti – ha concluso Cataldino – Taranto saprà superare anche questa prova».

Avatar

Francesco Leggieri

Giornalista pubblicista, direttore di Box Tarentum. Redattore del settimanale cartaceo Puglia Press. Collaboratore, a vario titolo, di altre redazioni sportive di giornali, radio e televisioni nazionali. Esperto di attività Audiovisive, fotografiche e cinematografiche (diploma don Orione di Roma 1985). E' stato Caporedattore allo Sport per Puglia Press (quotidiano), redattore per il bimensile Voce del Popolo (con compiti anche di segretario di redazione) e caporedattore per il sito on line la Voce di Taranto e collaboratore di Extra Magazine. Presentatore televisivo e radiofonico per varie emittenti locali e di eventi anche a carattere nazionale. Scrittore di 2 libri. Esperienza nelle attività di pubbliche relazione in ambito militare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *